Federico Rampini “Le linee rosse”

ramp.jpgicona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-asino2Ancora una volta recensisco un saggio, ma è un periodo così…Comunque si tratta di “roba buona” per cui va bene così.

Il libro di R. è molto interessante, anche se da un punto di vista stilistico è molto discontinuo. In realtà è una raccolta di scritti sullo stesso filone, ma prodotti in tempi diversi e forse anche con diverse finalità, per cui abbastanza disomogenei.

Al di là del leggero disagio dovuto a ciò, il contenuto è di grande interesse.

Il leitmotiv è una riflessione approfondita su come la geografia ha inciso negli ultimi secoli su quella che è stata la storia economica, sociale e politica nel mondo.

Le “linee rosse” sono confini particolarmente significativi, ma possono essere anche linee di forza che definiscono parametri geo politici di interesse. Continua a leggere