Björn Larsson “La vera storia del pirata Long John Silver”

Larsson racconta la vita dei pirati attraverso la gesta di Long John Silver, già ambiguo personaggio de “L’isola del tesoro”, da cui viene prelevato per farne il protagonista di questo libro, che si apre con la amputazione della gamba, che Long John subisce con leonino coraggio e sovrumano stoicismo.

Ovviamente la figura del protagonista è di fondamentale importanza, ma non direi proprio che quella di Silver –che narra di sé e della sua vita in un libro di memorie- sia ben riuscita, ondeggiando fra il disgusto di sé e della propria vita da un lato, e la autocelebrazione dall’altro, che mi sono parsi l’uno di maniera, l’altra compiaciuta e tali da rendere questo personaggio complessivamente stucchevole. Lo stesso è per la vita dei pirati, pencolante fra un belluino ed ebbro abbrutimento dove la vita propria e degli altri non ha valore alcuno, e un confuso sentimento di libertà e giustizia. Continua a leggere

Annunci