Dario Fo

urrà per dario

fo.pngchi ha anche solo fugacemente, come me, incontrato Dario Fo sa che era un uomo di un’umanità dirompente e un’allegria viscerale che sapeva trasmettere con la sua presenza e quel sorriso sbilenco e dentuto che sembrava non scomparire mai dal suo viso.

l’altro ieri (dopo avere saputo dalle parole di Traddles della sua scomparsa) sono stata a salutarlo al Teatro Strehler e mi è bastata la sua fotografia, così carica di vitalità, dov’è in posa con l’amato pennello in mano,per provare la stessa gioia che ho sentito ogni volta che l’ho visto sul palco.

non c’è bisogno di aggiungere altro, tutto il resto è stato detto. ricorderemo le risate, l’allegria pura, la compassione profonda, lo sdegno che ha fatto fiorire dentro di noi,  la commozione che oggi accompagna il pensiero di lui.

la signora nilsson