James Ellroy “L.A. Confidential”

ellicona-voto-asino2icona-voto-mezzoasinoPesante, pesante, pesante.

Los Angeles, anni ’50. La locale polizia è una delle più efficienti del mondo, ma anche una delle più sporche. Ogni sorta di soprusi e violenze sono all’ordine del giorno, e nell’ottica dell’intero Corpo il fine giustifica ampiamente i mezzi. La “giustizia” della polizia arriva molto spesso prima e al posto di quella dei giudici e i colpevoli, o ritenuti tali, vengono malmenati, torturati e spesso uccisi senza tante storie. Oltretutto quasi tutti i poliziotti hanno i loro affari e affarucci, grazie ai quali arrotondano ampiamente lo stipendio. Insomma, un vero verminaio. Continua a leggere

James Ellroy “Dalia nera”

dal.pngicona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-mezzoasinoDwight Bleichart, l’io narrante, è un ex promettente pugile che fa il poliziotto a Los Angeles in coppia con Lee Blanchart, anche lui ex peso massimo di buon livello.

I due, dopo un’entusiasmante incontro di pugilato organizzato per finanziare la polizia locale, si ritrovano assieme, quasi affratellati, in uno strano rapporto con la donna di Lee, Kay Lake, ex pupa di un gangster (questo romanzo è pieno di ex), che dopo la sparizione di Lee, schiavo della droga (efedrina), finisce per diventare l’amante di Dwight, detto anche Bucky.

Bucky e Lee si trovano inoltre a indagare sull’orrendo omicidio di Elizabeth Short, una giovane ragazza sbandata e in cerca di fortuna nel mondo dello spettacolo, che finisce per fare il porno, e che viene trovata tagliata in due, seviziata e dissanguata.

Continua a leggere