Donatella Di Pietrantonio “Bella mia”

dpicona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-mezzoasinoChe vita rimane ai superstiti di un terremoto rovinoso? Lo racconta benissimo Donatella Di Pietrantonio, che anche grazie a “L’Arminuta” (ma questo libro secondo me è ancora più bello) possiamo definire come un vero talento letterario.

L’Aquila: a distanza di quattro anni dal terremoto Caterina, di professione ceramista -sicuramente è bravissima- si ritrova priva dell’amata sorella gemella Olivia (“Olivia rappresentava semplicemente la mia parte più riuscita”), con Marco, un nipote lasciatole in eredità dalla sorella, e con la madre. Non è una situazione facile non solo per quello che ha passato (“Ovunque vedo catastrofi, in un futuro non so quanto prossimo. Così mi difendo, scommetto sempre sul peggio, perché non mi sorprenda ancora“), ma anche per quello che resta: soprattutto un nipote scontroso e sfuggente, penalizzato da un padre assente e, ovviamente, duramente segnato dalla tragedia: “Mi accorgo che l’aspetto, mia madre. Se si apre la porta di casa penso subito a lei che mi fa una sorpresa e torna, invece è la zia che rientra. La mattina apro gli occhi e sento il suo odore nella stanza come quando veniva a chiamarmi per andare a scuola. Sento anche la mano sulla fronte, non sempre però. Nel sonno non lo so che è morta, me lo ricordo da sveglio ma non proprio subito, dopo che svanisce il suo profumo. Allora ricordo dove sono e con chi“.

Di Pietrantonio scrive benissimo, e lo fa per tutto il libro, a cominciare dai dialoghi fra zia e nipote, essenziali e disadorni quanto belli ed efficaci: “ ‘Mi sembravi un po’ matta.’ ‘E adesso?’ ‘Adesso ne sono sicuro.’ Ride scuotendo il sistema dei ricci. Segue una pausa, naturale…”.

DP racconta le vite devastate di questa gente in modo serio e asciutto. Mi verrebbe da darle quattro teste d’asino, se non fosse per la consimile valutazione data ad altri grandi romanzi.

Poronga

One thought on “Donatella Di Pietrantonio “Bella mia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...