John E. Williams

willicona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-asino2Ho appena finito il bellissimo “Augustus”, egregiamente recensito sull’Asino da Marina: secondo me niente da invidiare al super-celebrato “Memorie di Adriano”, ed anzi pure meglio.

Trovo a questo punto inspiegabile come un autore di questo calibro abbia avuto in vita una fortuna infinitamente minore rispetto ai suoi meriti, avendo scritto altri capolavori quali “Stoner” e “Butcher’s  crossing”, anch’essi tutti recensiti sull’Asino.

La cosa che trovo straordinaria di J. E. Williams, e che gli merita senz’altro un commento dedicato, è che si è cimentato in generi totalmente diversi, ossia un romanzo classico, una specie di western e un romanzo storico, con esiti sempre di assoluta eccellenza.

Una specie di Kubrick della letteratura.

Da questo punto di vista non mi viene in mente alcun altro scrittore che gli sia paragonabile (ma chi ha qualcosa da obiettare è pregato di parlare o di tacere per sempre).

Per fortuna il tempo è talvolta galantuomo, onde vi è stata ai giorni nostri una riscoperta, soprattutto di “Stoner”. Ma vi garantisco che gli altri due romanzi non sono da meno.

Quindi correte a leggerli.

Soddisfatti o rimborsati.

Poronga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...