Sybille Beford “Una visita a Don Otavio”

otavioicona-voto-asino2icona-voto-asino2Nonostante la entusiastica introduzione di Bruce Chatwin questo libro/romanzo di viaggio non mi ha appassionato. Scritto negli anni ’50 racconta un viaggio fatto in Messico da due signore americane, una delle quali, la Bedford, fa da narratrice. Non si può dire che il libro sia scritto male, tutt’altro, e talora contiene anche osservazioni acute ed intelligenti. Però queste due signore sicuramente benestanti, pur disposte a sottoporsi ai disagi e agli imprevisti che un viaggio del genere comporta (anche se la fissazione sulle precarie condizioni igieniche è stucchevole: cosa mai pensavano di trovare?) , sembrano più delle turiste che delle viaggiatrici “alla Chatwin”, che si prendono tutte le loro belle comodità servite e riverite, per quanto possibile, dalla ruspante popolazione locale, intrecciando di preferenza relazioni con le persone altolocate del luogo, siano esse locali o stranieri ivi trasferiti. Sembra in definitiva di assistere a delle atmosfere alla Scott Fitzgerald, più che alle atmosfere di viaggio “militante” alla Chatwin, alla Least Heat Moon ecc.

A ciò si aggiunge un racconto eccessivamente diluito, e quindi per me troppo lungo. Quindi, giunto a circa metà, sono passato ad altro.

Poronga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...