Elena Ferrante “Storia del nuovo cognome”

fericona-voto-asino2icona-voto-mezzoasinoPraticamente una telenovela letteraria.

Ritroviamo Lila, sposa sedicenne, esattamente dove viene lasciata al termine de “L’amica geniale“.

Da qui prende abbrivio una densa e complicata storia basata su ingredienti noti  e collaudati: amori, tradimenti, gelosie, litigi, tensioni familiari, odi, botte, soldi, affari, ricatti, malavita, rivalità varie. Al centro di tutto ovviamente Lila, che mantiene la sua caratura di personaggio totalmente fuori dagli schemi e dalle convenzioni, di intelligenza e forza quasi soprannaturali, e per tali motivi destinata a spargere attorno a sé quasi unicamente dolori e macerie.

Lila credo che venga lasciata da questo sequel all’incirca verso i vent’anni, anche se per la quantità e l’intensità delle cose che fa e che le succedono -o meglio, fa succedere- sembra quasi averne il triplo.

Alla fin fine mi è sembrato un personaggio troppo eccezionale, sovrabbondante e alla lunga un po’ stucchevole, come tutta la storia che le gira intorno. Tutto sommato meglio la co-protagonista Lenù, che si definisce “l’ombra scialba” di Lila, ma a cui sola sembra essere affidato nella narrazione il riscatto da una nativa condizione di povertà e ignoranza.

Finale ben congegnato anche se certamente non sorprendente.

Ferrante viene celebrata (ammesso che si tratti di una donna e che quindi debba essere usato il femminile) per le sue doti di narratrice, che certamente esistono, altrimenti non avrebbe infilato quattro best-seller consecutivi.

Però secondo me questa virtù non va esagerata; in tutto il libro, che raggiunge quasi le 500 pagine, e che sinceramente ho fatto fatica a finire, di veramente bello ho trovato solo la descrizione che Lenù a un certo punto fa della madre (pg. 412).

Se il primo romanzo mi è sembrato complessivamente buono, questo per me non raggiunge la sufficienza. Dagli altri due mi terrò alla larga.

Poronga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...