Petros Markaris “Ultime della notte”

mark.jpgicona-voto-mezzoasinoIn genere i primi libri che aprono una “serie” sono fra i migliori.  Ho riprovato con questo scrittore che pure non mi aveva entusiasmato (se ne è già parlato sul sito a proposito di un romanzo più recente, “Prestiti scaduti”), ma è stata una vera delusione.

In questa sua prima comparsa il Commissario Costas Charitos risulta un tipo abbastanza rozzo e stucchevole: tratta male i suoi collaboratori, definisce “lesbiche” le donne che gli stanno antipatiche, ha un rapporto abbastanza demenziale con la moglie (che fa l’amore con lui solo per farsi comprare un paio si scarpe costose…) , si lamenta in continuazione (ha volta a volta mal di testa, la nausea, è distrutto, morto di stanchezza, ha gli incubi ecc.) è fissato col meteo (sempre schifoso), ha idee balzane del tipo che “tutti i giovani dovrebbero essere obbligati, dopo il servizio militare, a fare sei mesi di prigione per completare la loro formazione”. Per di più ha metodi quantomeno sbrigativi (“O me lo dici con le buone o ti porto dentro e inizio a suonartele”).  

Probabilmente nei libri successivi Markaris è riuscito a rendere il personaggio in modo un po’ più accattivante, ma qui il ritratto di un poliziotto duro, tenace, politically incorrect ma alla fine giusto non è più che un cliché malriuscito.

Per di più il libro ha una trama poco coinvolgente, banalotta e anche scarsamente credibile. Si parte dall’omicidio di due albanesi, si prosegue con la uccisione di una giornalista d’assalto e di pochi scrupoli con tanto di gelosie professionali, per arrivare a una torbida storia di traffico di bambini e di organi umani, passando anche attraverso una improbabile storia di scambio di madri, ecc.

Markaris non è in grado di gestire tutta questa roba, e ne risulta un romanzo sovrabbondante, confuso e alquanto noioso.

Poronga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...