Jonathan Coe “Expo 58”

co.jpgicona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-mezzoasinoCoe si conferma un ottimo narratore. Adotta qui uno stile pacato e colloquiale (non so perché ma a me piace quando ho l’impressione che l’autore stia quasi raccontando direttamente al lettore, come se si trattasse di una specie di colloquio a quattr’occhi) per raccontare la storia di Thomas Fowley, trentenne inglese dalla vita quieta fra un lavoro di media soddisfazione quale copywriter presso il Central Office of Information di Londra, una moglie carina che ama mediamente, una piccola figlia che a quanto pare non considera troppo, e che viene improvvisamente catapultato a Bruxelles, in occasione della Fiera Expo del 1958, per occuparsi del padiglione britannico.

Thomas ci va abbastanza titubante, ma viene presto contagiato dalla vita varia e rutilante in un ambiente cosmopolita che offre molte occasioni di incontri, anche con ragazze alquanto piacenti, e molti stimoli nuovi -l’Expo 58 viene ricordato come fortemente caratterizzato dalla innovazione tecnologica e dalla sua vocazione avvenieristica-; sembra quasi si tratti di una sorta di parentesi nella Guerra Fredda USA/URSS che vede in quegli anni il suo apice, in uno spirito di scambio e apertura reciproca.

Questo però è vero fino a un certo punto tant’è vero che il buon Thomas si trova coinvolto in una specie di spy story, raccontata con molto garbo e, sembra, con un certo divertimento soprattutto da parte di chi scrive, che si intreccia con un accenno di crisi coniugale.

Ulteriore elemento positivo è il fatto che Coe appare molto documentato sull’Expo 58.

Siamo nel mondo dell’effimero, perché tutto nasce e si esaurisce nel breve tempo di durata della Fiera; ma alla fine si scoprirà che non è proprio del tutto così.

Coe dosa sapientemente una serie di ingredienti e confeziona un romanzo al contempo lieve e pensoso che, seppure non a livello de “La Famiglia Winshow”, che secondo me rimane la sua cosa migliore, è comunque senz’altro gradevole e originale.

Le due teste d’asino e mezzo sono forse un po’ strettine.

Poronga

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...