Patrick Modiano “Perché tu non ti perda nel quartiere”

icona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-asino2Inizia come un giallo, catturando l’attenzione del lettore che non comprende con chiarezza chi siano i personaggi e in che modo una misteriosa vicenda di un lontano e nebuloso passato li leghi.

Pian piano, molto lentamente, a pennellate leggere e sfumate, stimolati dall’incontro con due personaggi di cui poi, nel corso della storia, si perderà le tracce, i ricordi del narratore riemergono, a creare un quadro dai contorni vaghi e indefiniti.

Questo sarà tutto quanto verrà concesso al lettore. Nulla più dell’incertezza di ricordi lontani e dolorosi, che non si vuole scandagliare troppo a fondo proprio per non riacutizzare un’antica, incompresa, e per questo più lancinante, sofferenza.

Ancora una volta Patrick Modiano scrive un libro difficile da catalogare, un romanzo dai labili confini tra fiction, memoir e documento. Ma dal fascino innegabile, proprio per lo spazio che lascia al lettore per riempire vuoti che nel racconto, così come nella vita, non posso essere riempiti.

la signora nilsson

One thought on “Patrick Modiano “Perché tu non ti perda nel quartiere”

  1. Ho seguito il consiglio della signora nilsson e ho letto con piacere questo breve romanzo. Poco da aggiungere a quanto da lei detto con mirabile concisione: grande protagonista la memoria, e ancor di più i vuoti di memoria e gli scherzi della memoria, che creano una atmosfera affascinante ma anche vagamente inquietante. Non si può non vedere l’influsso di Proust, e Modiano mi sembra un maestro nell’individuare delle micro-storie e scavarle ed approfondirle quasi con spietatezza. Una breve citazione, che mi sembra esprimere bene il senso di tutto il libro: ” Perché alcune persone di cui neppure sospetti l’esistenza, che incroci una sola volta senza mai più rivederle, recitano fra le quinte un ruolo così importante nella tua vita? “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...