Alice McDermott “Dopo tutto questo”

mc.pngicona-voto-asino2icona-voto-asino2icona-voto-asino2Un singolare romanzo, privo di un centro narrativo e “a fortiori” di un protagonista.

Nel racconto si avvicendano alcuni dei personaggi della famiglia Keane. Mary, cui il romanzo dedica, quali rapidi flash, i capitoli iniziali cogliendola, scialba post-adolescente, alla sua prima uscita con un ragazzo; poi nel lavoro di segretaria; indi nell’attesa del primo figlio; infine nel parto prematuro della sua quarta figlia, avvenuto in casa con l’aiuto di un vicino: uno dei capitoli più belli, di singolare intimità.

Poi ci sono l’energico e intraprendente Michael e il mite Jacob (il padre l’ha chiamato così, quasi a segnarne il destino, in omaggio a una recluta conosciuta in guerra e subito morta). I due sono colti in un litigio da ragazzi e poi nello svolgersi delle loro vite che si separano.

Vi è poi Annie, bella e malinconica, che trova l’amore subendo in tram un abbordaggio apparentemente molesto. Infine Clare, l’ultimogenita, che diciassettenne si fa mettere incinta dal primo ragazzo con cui esce, e che diventerà una ragazza madre, poi sposata.

Il tutto è circondato da un’atmosfera generale perplessa, in cui la speranza e il piacere di vivere fanno molta fatica a farsi largo, ammesso che ci riescano.

E’ comunque complessivamente un buon libro, anche perché alquanto singolare, e scritto con sicura padronanza narrativa e stilistica.

Particolari sono anche le accelerazioni che punteggiano il romanzo, quando la scrittrice in poche laconiche righe anticipa quello che sarà il destino o la vita del personaggio di turno.

Poronga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...