Mailys de Kerangal “Nascita di un ponte”

de.pngNella immaginaria città di Coca, un posto a mezzo fra San Francisco, rievocata dai ripetuti riferimenti al Golden Gate, e una metropoli sudamericana costruita ai margini di una lussureggiante foresta, per volontà di un sindaco megalomane quanto potente si costruisce un ponte: un’opera immane e mai vista prima.

Protagonisti di questo romanzo sono il ponte stesso e gli uomini e le donne che lo costruiscono, e che vengono rappresentati/e con le loro storie passate e quelle che si intrecciano nel corso del lavoro di costruzione; su tutti il magnetico e sobrio capocantiere, Georgers Diderot, e Summer Diamantis, giovane e dolente donna che ha la responsabilità dei calcestruzzi.

Mi ha colpito la precisione e, credo, la competenza con la quale viene descritto, in modo quasi lirico, un lavoro titanico ma anche frutto di una tecnologia e di una conoscenza che lasciano senza fiato; ciò peraltro senza trascurare l’impatto che l’opera dell’uomo sull’ecosistema e le conseguenze irreversibili che ne possono derivare.

Detto questo non è che il libro lo abbia capito molto. De Kerangal si dimostra una scrittrice al di fuori della norma, però non mi pare che in questo caso raggiunga, almeno dal punto di vista narrativo, risultati paragonabili allo splendido “Riparare i viventi” di cui ho già parlato.

Poronga

Se desideri acquistare questo libro, puoi cliccare questo link: Nascita di un ponte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...