Marco Malvaldi “Le due teste del tiranno”

malv.pngMarco Malvaldi è uno scrittore piuttosto noto. Ha pubblicato alcuni gialli di grande successo – la serie ” del Bar Lume ” – e altri romanzi. Prima di dedicarsi alla letteratura aveva iniziato una carriera di ricercatore scientifico, e precisamente in chimica. Io sono sempre attratto dai romanzi scritti da autori che non sono romanzieri di professione, e avevo letto, a dire la verità senza grande entusiasmo, il suo Argento vivo. Questo libro invece mi ha incuriosito perché è un testo di divulgazione scientifica, genere che ha una lunga e nobile tradizione nei paesi anglosassoni e recentemente ha preso piede anche da noi. Diversi  scienziati italiani ( come ad esempio Rovelli, recensito sull’Asino, ma anche Giovanni Bignami – un nome, un destino – è un ottimo divulgatore, per non parlare dell’onnipresente, un po’ grafomane ma spesso interessante Odifreddi ) vi ci sono dedicati con risultati alterni.

Volevo quindi vedere come se la cavava un autore che ormai è uno scrittore professionista, ma con solide basi scientifiche. Mi sembrava la combinazione perfetta, ma purtroppo non mi pare che l’esito sia memorabile. Anzitutto perché mi sembra che il progetto stesso del libro sia confuso; dall’enigmatico titolo e dal sottotitolo – Metodi matematici per la libertà – si dovrebbe desumere che l’educazione matematica e scientifica sia utile per non essere ingannati e quindi diventare davvero liberi; ma poi si procede a zigzag senza un vero filo conduttore fra argomenti interessanti in sé ma non collegati fra loro. Vi sono molti argomenti classici della divulgazione scientifica ( dalla controversia cinquecentesca fra Cardano e Tartaglia, agli errori cognitivi, dagli inganni della statistica al teorema di Bayes, dalle difficoltà dei sistemi di votazione alla genialità di Turing che viola i sistemi cifrati nazisti ) ma tutto appeso lì come per caso. Proprio da uno scrittore sarebbe lecito aspettarsi delle qualità letterarie e una capacità di tenere desta l’attenzione del lettore superiori a quelle dei divulgatori scienziati di professione, invece la lettura è piuttosto tediosa. E a poco serve il fatto che Malvaldi spesso ammicchi al lettore con esempi tratti dal mondo del calcio o dai fumetti, o con un linguaggio che vuole essere colloquiale ma a volte è inutilmente e banalmente volgare ( casomai non lo sapeste già, Lady Chatterley si è fatta delle ” epiche scopate ” col guardiacaccia ). Inoltre sarò pedante, ma proprio da chi ha una formazione scientifica sarebbe lecito aspettarsi precisione, e invece Malvaldi commette alcuni errori grossolani ( uno per tutti: il calcolo dei secondi contenuti in una vita che duri 100 anni viene sbagliato addirittura di 300 volte: con la calcolatrice inserita in ogni telefonino il calcolo richiede non più di 10, appunto, secondi ). E non andiamo meglio nel campo più strettamente letterario: si dice che Camilleri ha collaborato con Pirandello ( difficile: quando Pirandello è morto, Camilleri aveva 11 anni: in realtà, ha curato la regia di alcune sue opere. Con lo stesso criterio, io potrei dire di avere collaborato con Eschilo ).

In definitiva, non nego che leggendo questo libro potrete imparare molte cose interessanti; ma esistono libri di divulgazione molto più validi e – e questa è la cosa meno lusinghiera per Malvaldi – anche scritti meglio. Non a caso le parti più riuscite sono quelle per le quali lui stesso ammette onestamente e un po’ candidamente di aver pescato a piene mani – secondo me, a memoria, ai limiti del plagio – in almeno due libri che, questi sì, mi sento di consigliare a chi voglia approfondire questi argomenti: Kahneman ” Pensieri lenti e veloci ” e Gigerenzer ” Quando i numeri ingannano “.

Traddles

Se desideri acquistare questo libro, puoi cliccare questo link: Le due teste del tiranno

One thought on “Marco Malvaldi “Le due teste del tiranno”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...