Josè Saramago “Storia dell’assedio di Lisbona”

sarRaimundo Silva è un oscuro revisore di bozze. Non correttore, ma revisore, posto che il suo compito è quello di individuare eventuali inesattezze o errori non tipografici nei quali sia incorso l’autore (bellissimo il primo capitolo, quasi un cantico all’opera del revisore, reso tramite un immaginario colloquio fra questi e un autore).

Per fare questo oscuro lavoro occorre una cultura enciclopedica, da vero topo di biblioteca. E in effetti tale è diventato l’ormai quasi cinquantenne Raimundo, che vive in una polverosa casa da scapolo zeppa di vecchi volumi, con una domestica a ore che pulisce sommariamente e che gli cucina sgraziati cibi che dovranno servire per i giorni a venire.

Ma un giorno la vita di Raimundo improvvisamente cambia; e cambia quando, volontariamente quanto irresponsabilmente, decide -chissà perché- di macchiarsi del più grave peccato che un revisore possa mai commettere, ossia interpolare nel testo al suo esame un “non“, tale per cui i crociati, al ritorno di una delle tante guerre sante, “non” aiutarono i portoghesi a riconquistare Lisbona, in mano agli arabi.

Questo piccolo “non” è la scintilla di cui scoccano una serie di eventi, primo fra tutti un amore, e da cui origina la nuova carriera di scrittore di Raimundo.

Saramago qui intercala i capitoli della nuova storia dell’assedio di Lisbona che Raimundo, incoraggiato dall’amata, inizia a scrivere, con altri capitoli dedicati alla nuova vita del protagonista, nata a partire da quel “non“, e lo fa con una prosa sontuosa (chissà che delizia poterla leggere in portoghese) e con il suo periodare originalissimo, non facile ma completamente ammaliante.

Se non erro questo è il primo romanzo che ho letto del grande Saramago, e forse per questo lo ricordo come il suo più bello. Chissà se è vero; dovrò proprio rileggerlo.

Poronga

Se desideri acquistare questo libro, puoi farlo qui: Storia dell’assedio di Lisbona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...