“Libri a peso”

liQuesta non è una recensione ma una riflessione sui libri.

A un mercatino di paese sono stato attratto – strano, no? – da una bancarella che aveva una serie di libri della Fabbri editori – ristampati da edizioni Bompiani e Sonzogno nel 1985 – fra i quali me ne interessavano un paio. Domando il prezzo, convinto di sentirmi chiedere due o tre euro a volume, e il venditore mi accalappia cercando di convincermi a comprarli tutti per soli 5 euro. Cerco di resistere dicendo che il problema non è il costo, non li vorrei neanche gratis perché non ho più posto nelle mie librerie, ma alla fine lui insiste tanto che mi obbliga a prenderli, se non altro per fare qualche regalo.

Non stiamo parlando di robaccia, sono libri con copertina rigida, con ottima stampa, una sia pur succinta introduzione, e opere di grande interesse.

Questo è l’elenco:

Boccaccio ” Decamerone ” 2 volumi

Manzoni ” I promessi sposi ”  2 volumi

Tolstoj ” Anna Karenina ”  3 volumi

Hugo ” Notre-Dame de Paris ”  2 volumi

Goldoni ” La locandiera – Il ventaglio ”

Cervantes ” Novelle esemplari ”

Hamsun ” Fame – Pan ”

Maupassant ” Bel Ami ”

Strindberg ” La casa rossa ”

Chesterton ” Il candore di padre Brown ”

Non finisce qui. In una cesta che mi ha gentilmente fornito ha voluto infilare, sempre compresi nei 5 euro, un romanzo di Ken Follett – di cui non ho mai letto una riga, ma forse sbaglio – e uno di Martin Cruz Smith – che non ho mai sentito nominare, ma Google mi informa che è uno scrittore di gialli di grande successo.

Signore e Signori, non finisce neanche qui: nella cesta ci sono anche due volumi che solo chi ha una certa età può ricordare. Sono la ” Selezione della narrativa mondiale ” del Reader’s Digest che, ben prima della famosa battuta di Woody Allen, condensavano grandi e meno grandi romanzi tagliando qua e là. Questi ovviamente li stavo consegnando subito al loro giusto destino, il macero, ma poi mi sono commosso prendendoli in mano perché, nonostante il giusto disprezzo che meritano dal punto di vista letterario, sono degli oggetti vintage arricchiti anche da bellissime stampe molto kitsch che sarebbero piaciute a Umberto Eco. E poi, chi sono io per giudicare: forse qualcuno è passato anche da lì per poi amare la letteratura reale e non liofilizzata.

Ma tornando ai libri veri, voglio fare alcune considerazioni che oscillano fra il pessimismo e l’ottimismo, e sentire, spero, altri pareri. Per 5 euro ho acquistato 17 volumi, per circa 6,5 chili di peso ( le patate costano di più ) e circa 5.000 pagine ( molto meno di un centesimo a pagina, anzi solo un decimo di centesimo, le vecchie 2 lire: questo non può non farmi venire in mente il bellissimo racconto di Stevenson Il diavolo nella bottiglia e temere per il mio destino se dovessi provare a rivendere quei libri ). L’ottimismo deriva dal fatto che un lettore squattrinato, magari uno studente o un pensionato, può portarsi a casa sostanzialmente per niente libri di grande valore e anche in buone edizioni; il pessimismo invece dal fatto che se quel venditore era così ansioso di disfarsi di quei volumi, vuol dire che sapeva che difficilmente avrebbe trovato qualcuno interessato. Devo dire però che trovo anche positivo l’atteggiamento del venditore: in fondo, avrebbe potuto benissimo vendermi i due o tre volumi che mi interessavano per i famosi 5 euro o anche più, e buttare gli altri nel primo bidone per il riciclo della carta. Ma chi vende libri, anche in una bancarella di un mercatino, ama i libri, ed evidentemente ha preferito insistere fino allo sfinimento perché io li portassi via e fossi semmai io a giustiziarli, non volendo lui prendersi la responsabilità, e anche questo ha un significato.

Traddles

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...