Marco Lodoli “Sorella”

lodoMarco Lodoli non è soltanto, assieme a Baricco, l’unico critico di cui mi fido, ma è anche un ottimo scrittore (ad eccezione di “Diario di un millennio che fugge”, che non mi è piaciuto per nulla; poi però si è ampiamente riscattato).

Suor Amaranta ha preso i voti non per vocazione ma per paura del mondo e della vita. Sorta di suora atea, vive la sua vita religiosa senza alcuna convinzione, preoccupata solo di non far trapelare all’esterno, e soprattutto all’occhio indagatrice della superiora, il suo profondo scetticismo.

Adibita a maestra d’asilo, nonostante si dichiari inadatta (ma non fino al punto di confessare la sua avversione per i bambini), riesce a stabilire un particolare rapporto con Luca, un bambino adottato da una coppia infelice e ai limiti dell’autismo.

Luca, con tre sole parole, sottopone Amaranta a tre prove per lei inaudite.

Non dirò di più salvo che questo piccolo libro è decisamente bello e insolito, in costante e alla fine tumultuosa ascesa.

Lodoli si è ripetuto più o meno agli stessi livelli anche in un altro breve romanzo, “Italia”, di cui parlerò un’altra volta.

Poronga

2 thoughts on “Marco Lodoli “Sorella”

  1. Un mondo senza fede, non solo in Dio, ma anche e soprattutto nella vita e negli uomini, è un mondo freddo, vuoto, spietato.
    Ma un bambino può salvare ancora il mondo. Non deve per forza nascere in una grotta, né essere figlio di una Vergine, ma sarà capace di portare la vita e soprattutto il coraggio di viverla là dove prima non c’era.
    Un libro molto duro, che rivolge uno sguardo impietoso, ma al tempo stesso carico di pietà alla miseria degli uomini.
    Tutto sommato, però, la seconda parte mi è parsa meno riuscita della prima, quasi perfetta, conchiusa com’è in un cerchio inscalfibile di dolore. Poi arriva il miracolo e il cerchio si spezza. Ma forse Lodoli non ci crede abbastanza da far credere anche a noi non tanto che sia possibile, ma che possa illuminare questa nostra povera vita.

  2. PS sono contenta di averlo letto sul kindle, perché trovo la copertina di questo libro un insulto. Alla serietà del libro e all’intelligenza del lettore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...