Josè Saramago “L’anno della morte di Ricardo Reis”

ricardSe vogliamo rimanere su Pessoa, cosa di cui sono ben contento, vi racconto del bellissimo  romanzo che Saramago gli ha dedicato.

1935: anno della morte di Fernando Pessoa, ma anche della salita al potere di Salazar in Portogallo, della guerra civile in Spagna, dei venti di guerra che spirano dalla Germania e dall’Italia.

Ciò fa da sfondo, ma ben presente, al “ritorno” di Ricardo Reis dal Brasile per ricongiungersi a Pessoa (nella realtà Reis è uno degli pseudonimi sotto i quali Pessoa ha scritto).

Il romanzo racconta dello spaesamento di Ricardo, del suo amore carnale per Lidia, del suo amore platonico per Marcenda, dei suoi incontri, sempre più straniati e perlopiù notturni con Pessoa, che danno luogo a dialoghi bellissimi; come bellissimo è lo svanire, piano piano, di Pessoa, che perde la capacità di scrivere, poi di  leggere, sbiadendo ogni volta di più ad ogni successivo colloquio.

Come tutti i romanzi di Saramago anche questo è colmo di bellezze: quelle che mi hanno colpito di più sono la figura di Lidia, umile popolana che però ogni tanto trafigge Reis con parole di una semplicità e verità disarmanti;  la descrizione del nascere, o meglio del rivelarsi, dell’amore fra lei e Ricardo, un cruciale dialogo fra i due e quello che succede dopo, Lidia che pulisce la casa che scintilla; e infine la guerra civile in Spagna vinta da Franco, l’umanità che si avvia verso la catastrofe del nazismo e della seconda guerra mondiale, Ricardo Reis e Fernando Pessoa che, insieme, se ne vanno.

Mo’ direte che sono fissato, ma il Nobel lo hanno dato a Saramago (dopo decenni di attesa) e a Pamuk confondendo così, come si sarebbe detto casa mia, zucchero e vetro pestato.

Poronga

One thought on “Josè Saramago “L’anno della morte di Ricardo Reis”

  1. Secondo me è il più bello dei libri di Saramago insieme al Memoriale del convento. Mi ha aiutato a capire meglio Pessoa che trovo comunque molto difficile. Concordo con te che il Nobel a Pamuk è stato un grosso errore , come accade spesso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...